A Cagliari il Capodanno è low cost: musica per tutti i gusti in 4 piazze

Non ci saranno grandi nomi, ma in compenso ci sarà musica gratis per tutti e per tutti i gusti, o quasi. Il Capodanno cagliaritano ancora una volta si celebra all’insegna della sobrietà, per dare la possibilità di brindare in allegria anche a chi non può permettersi di sollevare calici di champagne in ristoranti blasonati.

Gli spettacoli, che avranno come filo conduttore gli stili musicali dei principali paesi europei, avranno inizio alle 22,30 del 31 dicembre in quattro diverse “zone d’Europa”: Piazza Yenne, il Bastione Santa Croce, Piazzetta Savoia e il Parco Giardino Ex-Vetreria di Pirri.

In Piazza Yenne saranno proposte le sonorità nord europee, con protagonista la zona anglosassone, riconosciuta all’unanimità come la culla musicale più importante dagli anni Sessanta ad oggi. Un primo gruppo proporrà un repertorio delle canzoni pop dei più grandi artisti britannici che hanno fatto la storia della musica, dagli U2 ai Police, mentre una seconda band suonerà musica popolare (rivisitata in chiave moderna) e tradizionale irlandese.

Al Bastione Santa Croce si esibirà invece il rappresentante più importante della rumba flamenca, un artista polivalente e molto originale conosciuto in tutto il mondo. Prima e dopo, un D.J. specializzato in sonorità che arrivano dalla Spagna proporrà una selezione di motivi a tema.

In Piazza Savoia spazio alle sonorità italiane con influenze mediterranee, folk meticcio, contaminazioni rock,  jazz, dei ritmi tribali e atmosfere riconducibili ai paesi che si affacciano sul Mediterraneo, con una radice profonda nelle sonorità della musica sarda.

Infine, nello spazio che verrà allestito nel Parco Giardino Ex-Vetreria di Pirri, la musica balcanica incontrerà quella spagnola, in un percorso musicale attraverso le migrazioni che hanno visto nascere l’arte del flamenco in Spagna. A dare il via ci sarà una D.J. che proporrà, tra gli altri, anche i suoni più moderni della musica Drom. A seguire, un gruppo di flamenco suonato e ballato con gli immancabili costumi tipici e poi grande spettacolo con una band di straordinaria esperienza che, oltre ad aver partecipato a tanti festival internazionali, ha recentemente suonato anche per Papa Francesco.

In tutto il centro storico, figuranti e musicisti con costumi tipici dell’Europa daranno il via ai festeggiamenti coinvolgendo il pubblico con spettacoli itineranti e la distribuzione di gadget gratuiti a tema.

Cerca